Skip to content

Rifiuto Risarcimento Danni Assicurazione

Rifiuto Risarcimento Danni Assicurazione: Cosa Bisogna Fare e in Che Tempi.

Rifiuto Risarcimento Danni Assicurazione: Cosa Fare Quando L'Assicurazione Nega il Risarcimento
Rifiuto Risarcimento Danni Assicurazione: Cosa Fare Quando L'Assicurazione Nega il Risarcimento

Attenzione: Rifiuto Risarcimento Danni Assicurazione: si consiglia di attenersi alla Sentenza n.11606 del 2005 della Suprema Corte di Cassazione che invita i cittadini a non gestire da soli i propri incidenti ma a rivolgersi sempre a personale qualificato nella trattazione di questi; viceversa potrebbero avere problemi nell’affermare i propri diritti nei confronti delle compagnie assicurative; e dunque nel vedere riconosciuto il pieno risarcimento del danno.

Rifiuto Risarcimento Danni Assicurazione: Cosa Fare Se Viene Negato il Risarcimento.

Il risarcimento danni assicurativo è un elemento essenziale per garantire un’adeguata protezione finanziaria in caso di incidenti o danni coperti dalla polizza; tuttavia in diverse situazioni l’assicurazione può negare il risarcimento, andando a creare frustrazione e difficoltà per l’assicurato.

In questo articolo esploreremo dunque cosa fare quando l’assicurazione rifiuta il risarcimento e come affrontare questa situazione.

Premessa: è sempre utile conoscere i propri diritti come assicurato; è fondamentale comprendere i propri diritti e responsabilità nell’ambito della polizza assicurativa; certamente agevolerebbe molto una maggiore familiarizzazione con i termini e le condizioni del contratto, comprese le esclusioni di copertura specifiche.

Ma quali sono i motivi più comuni per cui un risarcimento viene rifiutato?

Ci sono diversi motivi comuni per cui l’assicurazione può negare il risarcimento; uno di questi può essere la scoperta , o il sospetto, di frode o falsa documentazione da parte dell’assicurato; o anche la mancanza di prove a favore della tesi dell’assicurato (anche in caso di omissione di soccorso stradale o concorso di colpa); o anche una documentazione incompleta può costituire una ragione di rifiuto.

L’assicurato potrebbe inoltre incorrere in un rifiuto da parte della compagnia assicurativa qualora non adempisse agli obblighi contrattuali previsti; come il mancato avviso tempestivo dell’incidente o la mancata collaborazione con la compagnia assicurativa durante l’indagine.

Infine, alcune polizze includono delle esclusioni di copertura specifiche che possono determinare il rifiuto del risarcimento.

Rifiuto Risarcimento Danni Assicurazione: Quali Azioni Bisogna Intraprendere.

Se l’assicurazione rifiuta il risarcimento, è importante prendere immediatamente delle misure appropriate per far valere i propri diritti.

Passo fondamentale è rivolgersi quanto prima ad avvocati esperti in materia o a personale tecnico qualificato; è la stessa Corte di Cassazione con la sentenza 11606 del 2005 a invitare tutti i cittadini a rivolgersi a persone legalmente preparate; per ottenere il pieno risarcimento del danno dopo avere subito un incidente.

Inizialmente dunque bisognerà verificare i motivi specifici del rifiuto comunicati dall’assicurazione; successivamente è importante che l’assicurato raccolga tutte le prove che può a favore della sua posizione.

Durante il processo di richiesta di risarcimento infatti, la documentazione accurata e completa riveste un ruolo fondamentale.

Si consiglia di tenere inoltre un registro dettagliato delle informazioni sull’incidente; inclusi luogo, data e circostanze; inoltre, fotografie e video dell’incidente possono essere prove cruciali.

È importante anche ottenere rapporti di polizia e testimonianze di eventuali testimoni dell’incidente; conservare inoltre tutte le ricevute e le fatture delle spese sostenute a seguito dell’incidente può contribuire a dimostrare l’entità dei danni subiti.

Se si sono riportate lesioni fisiche è importante anche che venga raccolta tutta la documentazione sanitaria; si ricorda a tal proposito che è importante recarsi al pronto soccorso entro 24-48 ore dal sinistro se si registrano lesioni o dolori fisici.

Quali Sono le Tempistiche da Rispettare.

Come primo passo l’avvocato procederà a costituire in mora l’assicurazione; inserendo nella stessa lettera di richiesta tutto ciò che è richiesto dall’art.148 del codice delle assicurazioni.

Se l’obbligatoria trattativa stragiudiziale non dovesse andare a buon fine, sarà così possibile procedere con l’eventuale denuncia.

Devono comunque essere rispettati dei precisi termini prima di prendere ulteriori iniziative; prima di intraprendere le necessarie iniziative è infatti necessario rispettare un periodo di attesa di 60 giorni dalla ricezione della lettera di costituzione in mora nel caso di danni al veicolo; oppure di 90 giorni nel caso di danni alla persona.

Questi termini, stabiliti dal Codice delle Assicurazioni, sono fondamentali affinché la Compagnia possa condurre l’istruttoria sul sinistro, determinare le quote di responsabilità e valutare l’entità del danno.

Oltre alla lettera di costituzione in mora, l’avvocato specializzato nel risarcimento del danno da incidente stradale dovrà inviare un invito alla negoziazione assistita, proponendo trattative al fine di evitare di arrivare a giudizio per mezzo di giudice.

Se la compagnia assicurativa respinge la richiesta allora bisognerà intraprendere l’inevitabile iniziativa giudiziaria.

Oppure se la compagnia dovesse offrire un importo risarcitorio di molto inferiore rispetto alle richieste del danneggiato; oppure dovesse altresì attribuire interamente a lui la colpa dell’accaduto, allora anche in tal caso sarà inevitabile procedere per vie legali.

Ma quali potrebbero essere i motivi per cui la compagnia di assicurazione può rifiutare il risarcimento dei danni, costringendo la parte lesa a un’iniziativa giudiziaria?

Il rifiuto del risarcimento dei danni, che porta all’avvio di un’iniziativa giudiziaria, può derivare dal fatto che la compagnia di assicurazione o ritiene ci siano gravi carenze documentative; o peggio ci sia un tentativo di frode; oppure che la responsabilità dell’incidente stradale ricada interamente sulla parte danneggiata.

Ovviamente in quest’ultimo caso l’azione legale sarà finalizzata ad accertare la corretta e giusta dinamica del sinistro.

In altre circostanze, in seguito al rifiuto del risarcimento dei danni, la parte lesa dovrà attendere prima di intraprendere il procedimento giudiziario per la rivalsa. 

Se vi sono dei danni fisici ad esempio questo si verifica quando il rifiuto del risarcimento dei danni è motivato dalla mancata presentazione del certificato di stabilizzazione dei postumi; necessario affinché la Compagnia possa concludere l’istruttoria sul sinistro.

In quest’ultimo caso ad esempio il danneggiato deve necessariamente attendere il necessario completamento dell’iter di guarigione medico; viceversa rischia di vedersi opporre dalla Compagnia di assicurazione l’eccezione di non aver rispettato i termini e le prescrizioni stabiliti dalla legge.

Domande frequenti (FAQ)

  1. Cosa fare se l’assicurazione rifiuta il risarcimento danni? In caso di rifiuto di risarcimento, è consigliabile verificare i motivi specifici del rifiuto, raccogliere ulteriori prove, consultare un avvocato specializzato e presentare un reclamo formale all’assicurazione (leggere le novità previste dalla Riforma del Codice della Strada del 2023).
  2. Quali sono i motivi comuni per il rifiuto di risarcimento assicurativo? I motivi comuni includono frode o falsa documentazione, mancanza di prove o documentazione incompleta, mancato adempimento agli obblighi contrattuali e esclusioni di copertura specifiche.
  3. Cosa fare se l’assicurazione persiste nel rifiuto nonostante le prove? In tal caso, è indispensabile rivolgersi a un avvocato esperto in materia; o a personale tecnico qualificato nel settore.
  4. Qual è l’importanza della documentazione nell’ambito del risarcimento danni? La documentazione accurata e completa, come informazioni sull’incidente, fotografie, testimonianze e fatture delle spese, è fondamentale per dimostrare l’entità dei danni subiti e supportare la richiesta di risarcimento.
  5. Dove posso trovare risorse e supporto legale per affrontare il rifiuto di risarcimento? Gli studi legali specializzati in risarcimento danni assicurativo possono fornire risorse, informazioni e assistenza professionale nella gestione di casi di rifiuto di risarcimento.

INCIDENTE RISARCITO GRATIS

 Studio di Infortunistica Stradale specializzato in Risarcimento Danni da Incidenti Stradali 

Via Flavio Stilicone 94, 00175, Roma

 P.I. 15602341008

© Copyright 2024 – Incidente Risarcito Gratis – Tutti i diritti riservati |

Torna su
error: Content is protected !!